Magazzini LME, altre notizie in arrivo

Nuovi capitoli in quella che è ormai chiamata la “Guerra dei magazzini”. Il London Metal Exchange approva modifiche al proprio regolamento allo scopo di risolvere i problemi nella logistica degli ultimi mesi.

Dollaro e metalli, breve nota d’aggiornamento

Metalli industriali ed euro rimbalzano e recuperano parte del terreno perso in precedenza. Nei prossimi giorni vedremo se si tratta di vero e proprio cambiamento di direzione o solo di rimbalzo tecnico.

Euro/dollaro e metalli non ferrosi, aggiornamento

Apertura di settimana in calo per l’euro che sembra voler procedere sulla via segnalata da tempo. Un obbiettivo in area 1.3700-1.3600 per la settimana ci sembra possibile. Anche il nichel si è ormai avvicinato molto al nostro obbiettivo, dopo zinco, piombo e stagno che hanno esattamente raggiunto i livelli ipotizzati. I nostri obbiettivi per euro, metalli, petrolio sono ancora decisamente ribassisti.

Metalli e petrolio: la discesa frena, dollaro in stallo

Quotazioni dei metalli non ferrosi in fase di stallo su importanti livelli di supporto, dopo i recenti crolli. I traders sembrano ora molto meno propensi ad assumere rischi, visti i tanti fattori di tensione nello scenario internazionale. Le discese dei corsi dovrebbero continuare per metalli di base e petrolio, con ulteriore beneficio per i corsi del dollaro.

Fine dello show per metalli non ferrosi, petrolio, preziosi, euro?

I fattori di rischio presenti nello scenario economico, finanziario, politico internazionale potrebbero farsi sentire in modo sempre più marcato e produrre un ritorno alla realtà soprattutto per materie prime, petrolio, euro.

Previsioni metalli non ferrosi, petrolio, dollaro

Riepilogo sintetico di alcune previsioni effettuate nei mesi scorsi sull’andamento del prezzo di metalli non ferrosi, petrolio, dollaro.

Materie prime e metalli preziosi, aggiornamento

Finalmente iniziata una significativa correzione per materie prime e metalli preziosi, con ripresa del dollaro? La nostra opinione era e resta in questo senso.

Ancora sulle cause del rialzo del prezzo dei metalli industriali

Alcuni temi non nuovi, ma interessanti a completamento dell’indagine sui fattori di supporto al prezzo dei metalli di base e delle commodities in generale.

Commodities: aggiornamento e due nuove ipotesi

Due nuove ipotesi sul futuro del mercato della materie prime e di quello valutario. L’insostenibilità dello sviluppo cinese, afflitto da un’elevatissima inflazione e l’eventualità che il Giappone adotti misure ed agevolazioni per il rimpatrio dei capitali potrebbero creare tensioni sui mercati, con rimozione della componente speculativa incorporata nei prezzi delle materie prime.

Mercati indecisi, ma per quanto?

I mercati delle materie prime e valutario sussultano di nuovo. Crollano i prezzi delle commodities e si riprende il dollaro. Si dice ciò stia avvenendo per i commenti sulle prospettive USA da parte di un’agenzia di rating, anche se ci pare che gli operatori stessero solo aspettando un motivo per vendere. La volatilità estrema degli ultimi tempi sembrerebbe esprimere una certa fragilità ed insostenibilità delle tendenze dei mercati, ai valori correnti.