Mercato dei rottami metallici: l’andamento settimanale nei commenti di Cosimo Natoli

Il mercato dei rottami metallici ha vissuto un’attività molto ridotta in vista delle prossime festività e così sarà fino a fine anno con una ripresa del lavoro, verosimilmente, dopo l’Epifania.

Di nuovo si sono rilevati alcuni disallineamenti dei prezzi dei rottami rispetto all’andamento dei prezzi dei metalli alla borsa di Londra. I prezzi LME in  discesa, infatti, non hanno influito negativamente sull’andamento del rottame di rame e su quello di ottone su cui sono stati rilevati aumenti di valore a causa della scarsità di merce.

Quanto all’alluminio il mercato è rimasto fermo, ad eccezione delle “lastre” i cui prezzi sono saliti.

L’andamento dei rottami di altri metalli è stato contraddistinto da sostanziale stabilità a causa del rallentamento delle attività all’approssimarsi delle feste.

Nel comparto inox, il tono sostenuto del prezzo LME del nichel non ha avuto effetto sull’andamento dei valori del rottame, sostanzialmente stabili. Poco mossi in settimana anche i prezzi del rottame di piombo.

Prezzi generalmente fermi per quanto attiene ai “ferrosi” dove l’attività si è ridotta. Si è rilevata una certa preoccupazione degli esportatori per il rialzo dell’euro (costretti a scontare il rialzo della moneta unica europea, nella fase di vendita) a causa della concorrenza turca che è solita trattare la merce in dollari.

Per informazioni, contatti, per una prova gratuita dei servizi di analisi del mercato del rottame, a cura di Cosimo Natoli, contattate:

mg@mercatiefuturo.com
338 4350990