Euro-Dollaro ancora in discesa, nota delle ore 00:10

Visto il fortissimo interesse dei nostri lettori su questo argomento, nonostante l’ora tarda, abbiamo deciso di offrire un altro spunto sull’andamento del cambio euro-dollaro, frutto delle nostre analisi dei giorni scorsi. Pubblichiamo di seguito qualche breve passaggio dal report inviato ai nostri clienti sabato 23 e riferito alle prospettive della settimana in corso.

Euro-Dollaro

“(…) Il cambio si è mosso secondo le nostre indicazioni, con grande precisione e riteniamo che la prospettiva ribassista sia ancora la più ragionevole.

A questo punto siamo dell’opinione che i movimenti dei prossimi giorni possano essere tra 1.3310 e 1.3070, ma presto, a nostro avviso, dovrebbe compiersi la restante parte del cammino ipotizzato dalla scorsa settimana, fino a 1.2987, una volta abbattuti i supporti di 1.3150 (già toccato) e 1.3070 (…)”.

“(…) I mercati hanno voluto riconsiderare, all’improvviso, i fattori di rischio presenti nello scenario internazionale e più volte delineati nei nostri reports mensili e annuale, proprio quando molti operatori si erano ormai tranquillizzati, soprattutto in riferimento alla crisi del debito europea e alla tenuta/solidità dell’euro (…)”.

“(…) Per la nuova settimana ipotizziamo una continuazione delle tensioni sui mercati fino a compimento del preciso iter pronosticato in precedenza per il tasso di cambio euro-dollaro. Per più puntuali indicazioni riferite al breve termine si veda la consueta tabella a pagina 3 (…).

Consultate nostro report annuale con previsioni a 12 mesi, per la disamina delle ipotesi ivi previste per il 2013 (…)”.

“(…) Al centro dell’attenzione, nei prossimi giorni, saranno i seguenti fattori, già anticipati nei nostri reports, fin dallo scorso anno (a parte l’ultimo):

– elezioni italiane e rischi relativi ad un possibile (e molto probabile) risultato incerto, con conseguenze (…);

– il cosiddetto “sequester” negli USA, ovvero nuovi pesanti tagli di spesa automatici (…) che potrebbero iniziare l’1 marzo (…);

– la sopravvenuta ipotesi di un inizio di cambiamento nell’orientamento ultra espansivo della politica monetaria americana, dopo la pubblicazione (…)”.

Invitiamo imprenditori e dirigenti d’azienda che ci leggono ad un periodo di prova gratuita dei nostri reports su Euro-Dollaro e cambi. Per attivare la prova è sufficiente una richiesta via email a:

mg@mercatiefuturo.com