Euro-Dollaro, evoluzione a breve: aggiornamento delle 10:45

L’euro ha raggiunto l’area 1.3100, come ipotizzato nei giorni scorsi. Con una resistenza importante e ostica in zona 1.3130, la nostra preferenza, nel brevissimo, è ora per un ripiegamento. L’ipotesi contraria, da noi ritenuta meno probabile, tuttavia, non si può escludere, soprattutto in caso di buone notizie sulle decisioni politiche americane in merito al “fiscal cliff”. Nel caso, il cambio potrebbe raggiungere quota 1.3190, andando verso la parte estrema della fascia di valori massimo-minimo ipotizzata lo scorso settembre (1.3300-1.3100 area dei massimi e 1.2500 zona dei minimi) e che riteniamo ancora valida.

Tutto ciò, quindi, ancora ferme restando le nostre precise previsioni su questo cambio, per le quali rinviamo agli articoli precedenti.

Tra i molteplici fattori da considerare, nei prossimi giorni, la possibilità di un numero inferiore alle attese per l’occupazione americana (dato di venerdì 7) visto che la componente “occupazione” dell’indice PMI comunicato nei giorni scorsi non era forte (forse anche a causa del recente uragano Sandy).

Il dato sull’occupazione USA di venerdì prossimo dovrebbe dare un orientamento direzionale più preciso al cambio, dopo una fase di consolidamento.

Riservato a imprese e studi professionali

Richiedete una prova gratuita delle nostre reportistiche previsionali (valida per i soli reports settimanali) sull’Euro-Dollaro. Per attivare la prova basta farne richiesta ai recapiti sotto indicati:

email  mg@mercatiefuturo.com
telefono  338 4350990

Per coloro che fossero interessati a conoscere le nostre opinioni sui mercati a partire da febbraio 2011, alla nascita di questo blog, allo scopo di verificare le affermazioni, previsioni, analisi pubblicate, rinviamo agli “Archivi”.

Mercati e Futuro ora ha anche una pagina Facebook :

http://www.facebook.com/mercatiefuturo