Acciaio, sintetico aggiornamento

Anche il mercato dell’acciaio sta risentendo dell’evolversi della crisi europea ma le quotazioni, rispetto agli altri metalli, appaiono reagire più ai veri e propri fatti dell’economia reale, espressi  nei dati macro delle maggiori economie mondiali, rispetto al tumultuoso fluire di notizie di carattere finanziario e politico, sulla situazione europea. Valori in discesa, ma nessun timore di crolli delle quotazioni stile 2008, livelli delle scorte completamente diversi da allora. La reattività dei produttori ai segnali di calo della domanda è stata pronta. Come noto, aziende leader hanno già sospeso la produzione in molti stabilimenti europei e la capacità produttiva si è ridotta sensibilmente, anche solo rispetto alle attese di settembre. I tagli produttivi negli acciai lunghi stanno finalmente sostenendo le quotazioni a Shanghai, mentre a Londra le billette vedono una lenta erosione dei corsi (di cui abbiamo parlato da tempo) verso i minimi annuali. Ricordiamo in merito la nostra previsione di metà settembre, per una discesa dei prezzi in area 550 $ e successivamente 530 (non escludendo l’obbiettivo dei 500).

I dati sulle vendite auto negli USA hanno fornito qualche sostegno agli HRC quotati a New York. Minerale di ferro in assestamento, dopo le recenti correzioni della tendenza al rialzo.

Verosimile aumento dell’impiego di rottami nella produzione cinese…Ci fermiamo qui, il resto è riservato ai nostri clienti così come le previsioni a medio-lungo termine.

Ricordiamo, peraltro, di esserci già espressi ripetutamente in merito a quotazioni delle billette LME in un’area di prezzi non lontana dall’attuale, a fine anno.

Imprenditori e managers che ci leggono possono richiedere prova gratuita dei nostri reports previsionali su metalli di base, preziosi, mercato valutario, contattando:

mg@mercatiefuturo.com

e indicando ditta, numero telefonico e specifici interessi.

In settimana cominceremo il promesso approfondimento sui principali fattori che guideranno i prezzi, nel 2012…