Skip to content →

Rame, Alluminio, Nichel, Zinco, mercato al bivio, il punto della situazione

(Pubblichiamo brevi stralci dai nostri ultimi Report Settimanali sui Metalli non Ferrosi, omettendo le parti relative alle previsioni mensili/annuali, che restano riservate ai nostri clienti)

 PREZZI LME A 3 MESI

 

RAME

“(…)

Dopo la pesante caduta di metà agosto, ai minimi dell’anno e reduce da due mesi di calo, il metallo ha iniziato un recupero, avvenuto in modo incerto e nervoso, anche per la minore liquidità del mercato. Sul versante dei fondamentali specifici del metallo e di quelli economici non ci sono novità particolari e i temi dominanti, tra gli operatori, continuano ad essere gli stessi degli ultimi mesi, ovvero tensione commerciale, avversione al rischio (tensioni nei Paesi emergenti), comportamento del dollaro, andamento dell’economia cinese, scioperi e relazioni sindacali nei maggiori Paesi produttori. Relativamente all’economia cinese, il mercato non ha gradito l’annuncio, di fonte governativa, circa la possibilità di un ulteriore rallentamento congiunturale, nella seconda metà dell’anno.

 

L’analisi delle diverse scadenze contrattuali indica una certa tensione, dovuta al forte rialzo delle prenotazioni per il ritiro di metallo dai magazzini ma, verosimilmente, ciò è dovuto ad arbitraggi con il mercato di Shanghai più che a domanda per consumo reale. Sostenuto il prezzo dei premi cinesi sul “fisico”. Per il momento, il buon dato del 31 agosto sull’andamento del settore manifatturiero cinese  (pubblicato dal Governo) non ha avuto riflessi positivi, visto che gli operatori  attendono i più credibili indicatori PMI del 3-5 settembre, oltre alla bilancia commerciale cinese (8 settembre).

 

Altri dati cinesi muoveranno i mercati, nei prossimi giorni (anche il dollaro sarà importante), ma ricordiamo, infine, che sarà decisiva la comunicazione sui prezzi delle case nelle 70 città campione della Cina, il prossimo 15 settembre.

 

A breve termine, i valori di 5.750-5.680$ dovrebbero fare da supporto. Nella direzione opposta, il  recupero potrebbe spingersi fio all’area 6.250.

 

Viste e considerate tutte le condizioni dell’attuale scenario, riteniamo probabile un movimento dei prezzi, a breve termine, in un’area di valori compresa tra:

                                                             6.150 e 5.850 $.

 

Per scenario e dinamica di lungo periodo rinviamo ai nostri report annuali e mensili.

(…)”.

 

ALLUMINIO

“(…)

Un andamento mensile volatile e nervoso, che ha visto minimi in area 2.000$ e massimi di poco sotto 2.170. Tra i fattori di sostegno ci sono stati l’andamento rialzista dei prezzi dell’allumina, di quelli petroliferi, il temporaneo recupero del cambio euro/dollaro, la costante intransigenza delle disposizioni governative cinesi sui tagli produttivi legati a ragioni ambientali.

 

Tuttavia, la perdurante incertezza relativa alle guerre commerciali in atto e la tensione dei mercati internazionali, per possibili crisi nei Paesi emergenti, dopo le recenti vicende della Turchia, continuano a frenare il recupero dei corsi.

 

Prezzi in area 2.060-2.030$ dovrebbero (per ora) contenere nuove discese mentre, nella direzione opposta, l’area  2.180$ è resistenza di fondamentale importanza, per la ripresa della tendenza rialzista.

 

Viste e considerate tutte le condizioni dell’attuale scenario, riteniamo probabile un movimento dei prezzi a breve termine, in un’area di valori compresa tra:

2.160 e 2.075$.

Per scenario e dinamica di lungo periodo rinviamo ai nostri report annuali e mensili.

(…)”.

 

NICHEL

“(…)

Il recente venir meno del supporto da parte dei prezzi dell’acciaio cinese, entrato in una fase correttiva dai massimi, riporta i prezzi del nichel al minimo di metà agosto. L’aggravarsi delle tensioni commerciali in atto ha ricominciato ad influire, più sensibilmente anche sul nichel, dopo un periodo in cui questo metallo aveva potuto beneficiare della notevole forza dei corsi dell’acciaio cinese, che ne avevano sorretto le quotazioni, imprimendo loro un andamento meno volatile e nervoso, rispetto agli altri metalli non ferrosi.

 

Il mese ha visto valori massimi in area 14.100$ e minimi di circa 12.800, dove il metallo è nuovamente andato ad adagiarsi. Forti vendite di tipo speculativo hanno caratterizzato il mercato, sia a Londra che a Shanghai.

 

Livelli in area 12.500 $ sono ora un supporto importante e abbastanza solido mentre, in direzione opposta, sarà l’area dei 13.500 a indicare nuove potenzialità rialziste, qualora nuovamente raggiunta e sfidata.

Viste e considerate tutte le condizioni dell’attuale scenario, riteniamo probabile un movimento dei prezzi, a breve termine, in un’area di valori compresa tra:

13.180  e  12.650 $.

 

Per scenario e dinamica di lungo periodo rinviamo ai nostri report annuali e mensili.

(…)”.

 

ZINCO

“(…)

Dopo la buona ripresa dei primi dieci giorni di agosto, il metallo è caduto a nuovi minimi assoluti in area 2.300, a metà mese, livello dal quale nacque un recupero fino all’importante valore (tecnico) di 2.560$. Le potenzialità di tale recupero oggi sembrerebbero di nuovo in discussione, dopo la caduta dei giorni scorsi.

 

Vogliamo nuovamente ricordare che lo zinco fu il primo metallo a manifestare una inversione di tendenza rialzista, a fine 2015, cui fece seguito la straordinaria performance dei due anni successivi. Al tempo stesso, fu il primo a manifestare segnali di stanchezza, che indicavano una imminente inversione ribassista per questo e gli altri metalli non ferrosi.

 

Sui valori correnti, a nostro avviso, lo zinco può essere guardato con interesse, in relazione ad un ragionevole confronto tra i rischi e le potenzialità di rendimento da eventuali acquisti.

 

Supporti tenaci sono ora in area 2.380$ mentre, in direzione opposta, sarà decisivo il comportamento dei prezzi una volta raggiunta, eventualmente, la zona 2.560.

Viste e considerate tutte le condizioni dell’attuale scenario, riteniamo probabile un movimento dei prezzi a breve termine, in un’area di valori compresa tra:

2.530 e 2.420$.

 

Per scenario e dinamica di lungo periodo rinviamo ai nostri report annuali e mensili.

(…)”.

 

<< Il rialzo dei prezzi delle materie prime e di tutti i metalli industriali, da inizio 2016,  è stato qui pronosticato, a mezzo dei nostri metodi proprietari, con grande tempismo.

La nostra visione di medio-lungo termine continua ad essere quella comunicata nel report annuale e successivi aggiornamenti mensili, cui facciamo rinvio.

Per le nuove indicazioni sull’andamento dei prezzi dei metalli rinviamo, come sempre, al paragrafo “Previsione” >>.

 

www.mercatiefuturo.com

 

I Report utilizzati da centinaia di aziende, tra cui diverse multinazionali.

Per essere informati su tendenze e previsioni, per contrattare in modo più informato e consapevole, per discutere e replicare alle argomentazioni dei fornitori.

Registrati (PROVA GRATUITA)

Le prove gratuite riguardano le sole previsioni settimanali, riferite ai trimestri precedenti. Tutti i Report correnti (Settimanali, Mensili e Annuale) restano riservati in esclusiva ai clienti.

 

Published in Alluminio Aluminium Base Metals Copper Industrial Metals Lead Metalli di Base Metalli industriali Metalli non ferrosi Nichel Nickel Non Ferrous Metals Piombo Rame Stagno Zinc Zinco

Comments are closed.