Mercato dei Metalli non Ferrosi: prezzi stabili in attesa della lunga pausa festiva in Cina

La prossima settimana inizierà la cosiddetta “Golden Week” (1 – 7 ottobre), importantissima festività cinese e come ogni anno da qualche tempo, il sentimento dominante sul mercato dei metalli non ferrosi in questo periodo è improntato alla cautela, vista la lunga assenza dei traders cinesi.

Gli operatori in posizione ribassista tendono, di regola, a ricoprirsi, onde evitare sorprese, mentre coloro che devono acquistare preferiscono attendere fino al rientro degli operatori cinesi, per testare di nuovo l’appetito del mercato. I venditori, poi, hanno approfittato dei migliori spunti rialzisti degli ultimi giorni per qualche smobilizzo, in un mercato che già stava diventando meno liquido per l’imminenza della festività cinese

La recente ascesa dei prezzi dei non ferrosi, soprattutto grazie all’immutato atteggiamento della banca centrale americana, ma anche ad una migliorata situazione delle giacenze dei magazzini delle borse e a ricoperture di posizioni ribassiste, si è fermata ed i prezzi appaiono in fase di consolidamento. Ciò nonostante seri dubbi permangano in merito alla solidità della ripresa cinese nel lungo periodo (e connesso appetito verso le materie prime), alla salute dell’economia americana e alla situazione europea, alle prese con una crisi in Zona Euro ancora ben lontana da qualsiasi soluzione definitiva e radicale.

A questo punto, per individuare la futura dinamica dei prezzi a breve termine, nonostante la chiusura per festività del mercato cinese, occorre considerare anche, da un lato, che la prossima  settimana è fine trimestre, con i tipici aggiustamenti e movimenti di natura tecnica che di regola contraddistinguono i mercati finanziari a queste scadenze, dall’altro che ci sono alcune comunicazioni economiche di una certa importanza, prima fra tutte quella relativa al mercato del lavoro statunitense (venerdì 4 ottobre), ma anche gli indicatori PMI di diversi Paesi.

Inoltre, vista la tradizionale correlazione inversa tra prezzi delle materie prime e corsi del dollaro USA (e tra andamento di quest’ultimo e della propensione/avversione al rischio), bene tener conto anche della prossima riunione di politica monetaria della Bce (mercoledì 2 ottobre), soprattutto per i possibili riflessi sul tasso di cambio euro-dollaro, che permane a valori molto elevati e che ha contribuito, in qualche misura, a fornire sostegno ai prezzi dei metalli, anche di recente.

Infine, si tenga presente che, in un mercato verosimilmente poco liquido per l’assenza dei compratori cinesi, eventuali sorprese potrebbero favorire un’inusitata volatilità. Ad esempio il dibattito politico sul cosiddetto “Fiscal Cliff”, negli Stati Uniti, tornato prepotentemente d’attualità nelle ultime settimane e che potrebbe anche riservare sviluppi inattesi. Anche la situazione europeaitaliana, in particolare, devono essere oggetto di attenzione per la possibilità di un’imminente apertura di un nuovo capitolo della crisi, ora che le elezioni tedesche sono alle spalle e con la situazione politica italiana che si fa sempre più fragile e difficile.

PROMOZIONE ABBONAMENTI A SERVIZIO REPORTISTICA E PREVISIONI

Acciaio, Rame, Alluminio, Nichel, Zinco, Piombo, Euro-Dollaro-Cambi-Preziosi

Dalla prossima settimana e per tutto il mese di ottobre sarà possibile usufruire di condizioni molto vantaggiose per abbonarsi alla nostra reportistica annuale, mensile, settimanale con previsioni a 12 mesi.

Per chi si abbona in settembre prezzi scontati del 25% e un trimestre gratuito. La decorrenza dell’abbonamento, infatti, sarà da gennaio 2014.

Per una prova gratuita o un preventivo potete contattare:

mg@mercatiefuturo.com

(Le prove gratuite si riferiscono solo ai reports settimanali e non agli elaborati annuale e mensili con previsioni a 12 mesi).